Trattoria Zappatori


Corso Torino 34
10064 - Pinerolo (TO)
: +39 0121 374158

Valutazione 4.0/5 su 373 recensioni degli utenti Tripadvisor.
Classificato al N. 7 di 146 Posti Dove Mangiare a Pinerolo

Cibo
Atmosfera
Servizio
Qualità/prezzo

This slideshow requires JavaScript.


Tanto tuonò che piovve. A lungo sentimmo parlare della Trattoria Zappatori, e nel bel mezzo di una piovosa serata d’autunno ci mettemmo in viaggio destinazione Pinerolo, per saggiare le tanto conclamate abilità del giovane chef Christian Milone, membro del JRE (Jeunes Restaurateurs d’Europe).

Dopo una parentesi nel ciclismo, Christian Milone decise di prendere le redini del ristorante di famiglia, la Trattoria Zappatori appunto, succedendo al padre Franco.

La Trattoria Zappatori propone una cucina della tradizione rivisitata secondo gli ideali dello chef, ed una cucina più “estrosa” che mette in risalto tutta la creatività di Christian Milone, e le creazioni saranno racchiuse nel menù tra le proposte della Gastronavicella. Un tempo la Gastronavicella poteva essere servita a due soli tavoli, e rigorosamente su prenotazione. Oggi la Trattoria Zappatori è cresciuta, e la Gastronavicella può essere servita a tutta la sala e senza prenotazione!

Il locale è collocato nel cortile di un palazzo del centralissimo Corso Torino. Il posteggio è abbastanza agevole, nonostante vi abbiamo fatto visita di sabato sera.

L’ambiente è caldo e accogliente e denota estrema cura per il dettaglio. Si accostano mattoni a vista al vetro strutturale. Tradizione e modernità. Un po’ come nella cucina della Trattoria Zappatori.

Essendo la nostra prima visita, decidiamo di provare il menù degustazione dalla carta della tradizione. 4 portate a 45,00€ a libera scelta tra le proposte in carta. La cantina è piuttosto ricca.

E allora spazio ai grandi classici, dalla carne cruda di Vicciola, passando per un risotto ai funghi porcini e anice stellato, proseguendo con un sottofiletto di “vacca vecchia” e concludendo con una degustazione di dolci piemontesi al cucchiaio.

Ad aprire amuse bouches in TakumaBox, così come a chiudere la piccola pasticceria sempre nella TakumaBox.

In mezzo alle TakumaBox è stato solo piacere. Un menù che nella sua semplicità ha messo in risalto la ricerca e la qualità delle materie prime. Anche il dessert, che talvolta è il tallone d’achille di tanti chef, era degno di nota.

Il giovane chef Milone ci ha conquistati ed a questo punto è d’obbligo tornare per la Gastronavicella.

Se proprio dobbiamo muovere una critica, questa va al personale di sala. Garbato e preparato, per carità, ma spesso impreciso e distratto. A questo aggiungiamo una costante frenesia e agitazione, che sicuramente non mette a proprio agio chi è seduto a tavola.

Una piccola critica va anche allo chef, che potrebbe passare un po’ più di tempo in sala a raccogliere oneri e onori. Ma questi sono punti di vista.

  • Cucina
  • Servizio
  • Location
  • Qualità/prezzo
4

Cosa ne pensano gli utenti di


Valutazione: 4/5
Cordialità e gusto
Il ristorante si mescola in un ambiente in chiave moderna antica,7-8 tavoli con apparecchiatura minimale ma di classe.Il ragazzo è la signora in sala ti mettono a proprio agio.Il cibo è molto...Leggi la recensione completaLeggi tutte le recensioni


Valutazione: 5/5
TOP!
ottimo ristorante, nulla da ridere, gusti unici , personale elegante e cortese. prezzo giusto per la qualità. ottima carta dei vini. lo consiglio vivamente....Leggi la recensione completaLeggi tutte le recensioni


Torino, Italia
Valutazione: 5/5
ambiente particolare e ottima cucina
Molto è già stato scritto nelle recensioni precedenti riguardo alla particolarità dell'ambiente, le luci, l'assenza di tovaglia ecc., come tutte le cose può ovviamente piacere o non piacere, ma...Leggi la recensione completaLeggi tutte le recensioni

SCRIVI UNA RECENSIONE SU TRIPADVISOR

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: