Yacht Club – MSC Preziosa



Il 30 Agosto comincia la nostra crociera a bordo della nave MSC Preziosa, l’ultima varata dalla compagnia, dal porto di Venezia. Decidiamo di provare l’ospitalità MSC Yacht Club per capire se, effettivamente, è un modo così diverso di vivere una crociera.

This slideshow requires JavaScript.

ITINERARIO

  • IMBARCO – Venezia
  • DAY 1 – Bari
  • DAY 2 – Katakolon
  • DAY 3 – Izmir
  • DAY 4 – Istanbul
  • DAY 5 – Navigazione
  • DAY 6 – Dubrovnik
  • SBARCO – Venezia

CHECK-IN

Il Terminal di Venezia è dispersivo, mal organizzato e con poche indicazioni. Raggiungere la nave non è stata un’impresa semplice, specialmente con il caldo ed i bagagli al seguito.
Scesi dal pullman, che ha alleviato un po’ le nostre sofferenze per gli spostamenti nel terminal, ci troviamo di fronte ad una coda interminabile per la consegna dei bagagli. Da qui comincia l’esperienza Yacht Club.
Gli ospiti MSC Yacht Club hanno un varco dedicato per la consegna dei bagagli. Da qui sarete poi accompagnati da uno dei butler in una sala riservata per le procedure di registrazione, dove troverete anche un piccolo buffet d’accoglienza con bevande e petit fours.
Il check-in è molto rapido. Il passaggio successivo saranno i controlli di sicurezza, anche qui in una corsia preferenziale rapidissima. In poco tempo ci troviamo all’interno della nave. Ci accompagnano nella conciergerie dedicata agli ospiti Yacht Club per sbrigare le ultime pratiche. In meno di mezz’ora dall’arrivo al terminal, ci troviamo in cabina, e la cosa estasiante è che i bagagli sono arrivati prima di noi! Un’organizzazione impeccabile!
L’esercitazione è d’obbligo, ma il punto di raccolta è al ponte 7 e, in caso di emergenza, risulta piuttosto lontano dallo Yacht Club.

CABINE

Le cabine sono abbastanza spaziose, anche se bagno e cabina armadio sono di dimensioni ridotte. La TV non è enorme, ed in proporzione è troppo lontana dal letto, ma l’assortimento di canali e la qualità del segnale è ottima. Molto valida e veloce anche la piattaforma TV per l’informazione e l’intrattenimento, dove troverete parecchi film di prima visione e in italiano, che potrete noleggiare per 7,00€ cad.
Il minibar ha un buon assortimento di snack e bevande, alcoliche e analcoliche, e viene rifornito due volte al giorno (tutto compreso nell’offerta Yacht Club). La climatizzazione in cabina è efficace (sia per il caldo che per il freddo), ma un po’ rumorosa.
Scarseggiano invece le prese di corrente: solo due poste nei pressi della scrivania, ed una per il rasoio in bagno. La cosa positiva è che rimangono alimentate anche togliendo la scheda dall’apposito vano.
A disposizione avrete anche accappatoi e ciabattine, rigorosamente brandizzate Yacht Club. L’assortimento dei prodotti da bagno (le cosiddette bathroom amenities) lascia a desiderare, sia per qualità che per varietà. Discreta la qualità della biancheria da bagno che viene sostituita due volte al giorno. Piacevoli invece i filati della biancheria da letto. Molto apprezzato il Pillows Menu: un’accortezza che vi farà sentire subito a casa, facendovi scegliere il cuscino che più si addice al vostro riposo.
Pulizie e cambio asciugamani avvengono due volte al giorno, ma la pulizia a volte è un po’ superficiale.
Al mattino riceverete puntualmente il vostro quotidiano preferito stampato a bordo, e con il ripasso serale della camera un cioccolatino Venchi sul cuscino e qualche sfizio goloso, come le fragole ricoperte di cioccolato o i macarons.
Il servizio in camera h24 è gratuito per gli ospiti MSC Yacht Club, così come la colazione in cabina al mattino. Avrete un menù da cui scegliere piatti freddi, sandwiches e insalate. Assortimento ridotto, ma qualità discreta. Un’altra bella iniziativa è la “Pizza in camera“, direttamente dai forni di Eataly! Qualità della pizza eccellente, peccato sia disponibile solo dalle ore 19! Anche questo servizio è gratuito e, grazie al vostro butler, la pizza arriverà fumante in cabina!

INTRATTENIMENTO A BORDO

La vita a bordo della nave ruota attorno ai ponti 6, 7, 8 (dove troverete la maggior parte delle attività ed i ristoranti) ed al ponte 14 con le piscine esterne.
Il team d’animazione organizza diverse attività pomeridiane nei pressi della piscina esterna e dell’Aqua Park. Le strutture per praticare attività sportive a bordo scarseggiano e si riducono alla palestra ed al Power Walking Track.
Al ponte 18 gli ospiti Yacht Club hanno a disposizione un solarium dedicato con piscina e idromassaggio. Non si fanno code per gli asciugamani ed a qualunque ora troverete una sdraio libera per prendere il sole. Potranno anche usufruire dell’adiacente bar The One Pool, che propone buffet e bevande sempre nella formula All Inclusive.
I negozi aprono un’ora dopo che la nave ha lasciato il porto, non sono tanti e potrebbero offrire anche più assortimento. Nel Duty Free trovate anche i generi di prima necessità per la cura della persona ed una piccola parafarmacia, ma anche qui, con 4000 passeggeri a bordo, si potrebbe dare un po’ meno spazio al tabacco ed un po’ di più ad un piccolo supermarket.
Il Casinò, come i negozi, apre un’ora dopo che la nave ha preso il largo e, se il piano di viaggio lo consente, già dalle prime ore del pomeriggio. È molto ampio, con diversi tavoli da blackjack, poker caraibico, roulettes americane, slot machines e tavoli per tornei di Texas Hold’em. Per gli amanti del gioco è un ottimo passatempo, considerando le puntate minime molto basse! Il casinò è anche l’unica zona fumatori interna alla nave (oltre alla Top Sail Lounge nello Yacht Club).
Lo spettacolo che va in scena al Platinum Theatre è l’appuntamento più atteso della serata, tanto da fare quasi il tutto esaurito in entrambe le rappresentazioni (2, come i turni previsti per la cena).
È una piccola Broadway e gli artisti sono veramente bravi! Costumi e scenografie fanno il resto. Sarà comunque una piacevole mezz’ora!
A bordo troverete un vasto assortimento di Lounge Bar, ognuno con allestimento ed offerta musicale differente. Sono il punto d’incontro più frequentato dai passeggeri, prima e dopo cena.
Per i nottambuli c’è anche una discoteca a bordo presso il Galaxy Lounge, e per i giovanissimi musica a giochi al Graffiti’s.

RISTORAZIONE

La ristorazione è la nota dolente della MSC Preziosa, anche per gli ospiti Yacht Club. Questi hanno a disposizione diversi ristoranti: partendo dai Buffet Inca & Maya, proseguendo con il Ristorante Le Palmeraie, la Top Sail Lounge ed il The One Pool.
I Buffet Inca & Maya servono pasti 20 h su 24. Buon assortimento per soddisfare le esigenze di una clientela molto eterogenea. Ma le grandi quantità vanno ovviamente a discapito della qualità! Il Buffet è a disposizione di tutti gli ospiti della nave.

Il Ristorante Le Palmeraie, che dovrebbe essere il fiore all’occhiello dello Yacht Club, si rivela invece una mezza delusione. Con lo Yacht Club al completo, devono cercare anche loro di far “turnare” i passeggeri su diversi orari. Il personale di sala si da un gran da fare, ma a volte risulta assente, specialmente per pane e bevande. Ovviamente a dare il cattivo esempio ci pensa il personale italiano, posizionato nei ruoli chiave, che anziché assolvere con diligenza al proprio dovere, anche di controllo e organizzazione, pensava piuttosto a cimentarsi come intrattenitori ai tavoli, cercando di accattivarsi la simpatia dei passeggeri. In modo particolare il General Manager, che non sembrava a suo agio in quelle vesti, ma si atteggiava a “guappo” del rione. Oltretutto non aveva la “sensibilità” adeguata per disporre al meglio gli ospiti del ristorante, accostando coppie a rumorose e folkloristiche tavolate, nonostante la disponibilità di tavoli non lo richiedesse.
Il menù cambia quotidianamente, ma con scarso assortimento. La nota positiva sono i piatti “light”. La cucina vorrebbe essere “ricercata”, d’impronta gourmet, anche con ingredienti pregiati. Apprezzabile, considerando che ci troviamo pur sempre in mezzo al mare. Peccato che poi subentra una preparazione mediocre, l’impiattamento dozzinale e piatti che spesso arrivano in tavola già freddi. E qui si rompe la magia.
I dessert non sono neanche degni di menzione. Il servizio durerà sempre tra i 60 ed i 90 minuti.
Il ristorante è aperto anche a colazione e a pranzo, ma considerando i tempi biblici del servizio, e la distanza dallo Yacht Club (il ristorante è a poppa, lo Yacht Club a prua), opterete per altre soluzioni.

La Top Sail Lounge è l’isola felice per gli ospiti MSC Yacht Club. Situata a prua, adiacente alla conciergerie, gode di una vista incantevole ed è il luogo ideale dove trascorrere del tempo in tutta tranquillità, sorseggiando un drink o stuzzicando qualcosa dal buffet disponibile dalle ore 12 alle ore 02, che cambierà continuamente le proposte in base all’orario. Purtroppo la qualità e l’assortimento del buffet non erano all’altezza della loro fama.
È anche il posto ideale dove fare colazione (se non ve la sarete fatta servire in cabina). Apprezzabile l’assortimento di viennoiserie, mentre era piuttosto scarsa l’offerta sul salato (per il quale è meglio recarsi a Le Palmeraie o al The One Pool).
Un’area della Top Sail Lounge è anche adibita a zona fumatori. Dopo le 19.00 troverete sempre un piacevole pianobar ad allietare il vostro aperitivo.

Il bar della piscina riservata agli ospiti MSC Yacht Club, situato al ponte 18, è chiamato The One Pool. C’è un piccolo buffet a partire dalle ore 8 con le specialità salate per la colazione, che varia costantemente l’offerta durante la giornata. Ma ahimè, la qualità e l’assortimento sono piuttosto scadenti! È comunque la soluzione ideale per un comodo spuntino durante il vostro relax in navigazione.

A pagamento sono disponibili anche il Galaxy Lounge , Eataly (il primo a bordo di una nave da crociera!), Ristorante Italia – by Eataly, Sports & Bowling Diner, La locanda.
Il Galaxy Lounge propone cucina fusion/contemporanea in un ambiente moderno e futurista, su uno dei ponti superiori della nave, completamente vetrato. Dopo le ore 23 si trasforma in discoteca, per chi vuole fare l’alba. Eataly, ed ancor più nello specifico il Ristorante Italia, sono l’eccellenza culinaria a bordo della nave. Quello che gli ospiti Yacht Club si aspetterebbero dal ristorante Le Palmeraie! Materia prima eccellente, preparata con cura e perizia. L’ambiente è intimo con soli 4/5 tavoli. Molto luminoso. Trasmette serenità. Il servizio è un po’ lento, ma curato e premuroso, presente ma mai invadente. Il prezzo si aggira sui 35/40€ a testa, esclusi i vini.
Presso lo Sports & Bowling Diner verranno trasmessi tutti gli eventi sportivi in diretta sulle Pay TV, anche più eventi contemporaneamente. Per chi non può star lontano dai suoi sport preferiti nemmeno in mezzo al mare! È un incrocio tra un pub ed un american bar.
Per una serata informale prenotate un tavolo presso La locanda, dove potrete gustare le pizze al mattone di Eataly: nulla a che vedere con le pizze servite al buffet! Gli ospiti Yacht Club potranno avere il privilegio di farsi servire in cabina queste pizze dal proprio butler!

Aurea SPA

La SPA è il pezzo forte della MSC Preziosa. Gli ospiti Yacht Club hanno a disposizione un ascensore dedicato che collega i ponti 14, 15, 16 e 18 e vi porterà direttamente nella SPA senza uscire dallo Yacht Club.
Molto vasta la tipologia di trattamenti, tutti di ispirazione balinese, eseguiti rigorosamente e con maestria da personale indonesiano. Le sensazioni e le tecniche erano le stesse provate a Bali. Acquistate prima della partenza un pacchetto a prezzo scontato, tipo il Golden Jasmine, ed appena imbarcati premuratevi di prenotare tutti i trattamenti per la settimana. Noi li abbiamo fissati tutti dopo le ore 17, sempre in base al programma di viaggio, in modo da concederci quotidianamente un trattamento rilassante per concludere in bellezza la giornata e cominciare al meglio la serata.
L’Aurea SPA è molto gettonata, anche grazie alle offerte proposte durante la navigazione, e nonostante il gran numero di terapisti/e, a volte sarà veramente difficile trovare posto per un trattamento. Il parrucchiere poi, è particolarmente richiesto prima delle serate di gala. Tenetelo in considerazione!

Le escursioni

Il nostro percorso si è snodato nel Mar Adriatico, estendendosi fino al Bosforo. La crociera ti permette di visitare più mete in uno stesso viaggio, ma le soste sono brevi, a volte anche troppo. In alcuni casi ci si può affidare al fai-da-te, mentre in altri è meglio affidarsi ai tour offerti dalla compagnia o da qualche guida turistica. Di seguito troverete i nostri suggerimenti tappa per tappa.
I membri dello Yacht Club possono farsi organizzare dal concierge tour esclusivi e “su misura”, con tanto di autista privato e guida turistica. Ma i costi lievitano!

This slideshow requires JavaScript.

  • Bari – Se deciderete di visitare la città di Bari, optate per un fai-da-te: dal porto dirigetevi a piedi verso la città vecchia (Bari vecchia), dista pochi minuti. Potrete visitare così la Basilica di San Nicola, la Cattedrale di Bari, Piazza Mercantile e Piazza Ferrarese, una passeggiata per le vie dello shopping (Via Sparano e Via Argiro), il lungo mare ed il teatro Petruzzelli. Rientrate in porto verso le 12, e sulla via del rientro fermatevi a mangiare un piatto di orecchiette all’Osteria Le Arpie. Salite subito a bordo senza far code sfruttando l’accesso riservato agli ospiti Yacht Club. Anche le altre escursioni meritano lo sbarco: i Sassi di Matera, i Trulli di Alberobello o Polignano a mare. Potreste anche optare per un’escursione fai-da-te facendovi accompagnare da un taxista ad un prezzo compreso tra i 150 e i 200€. Vi farà visitare sia Alberobello che Polignano a mare, ma sarete un po’ corti con i tempi. Conviene per un gruppo di 3/4 persone. Ma fate attenzione, considerate che un eventuale imprevisto potrebbe farvi perdere la nave, e poi saranno guai! Se non volete rischiare di perdere la nave, affidatevi alle escursioni MSC.
  • Katakolon – Anche qui la sosta è di sole 4,30 ore, ma sono più che sufficienti per quello che la località offre. Abbiamo provato l’escursione “Un assaggio della Grecia antica” proposta da MSC. Il sito archeologico è deludente. Per lo shopping vi porteranno in un esercizio “convenzionato” a prezzi maggiorati rispetto agli altri negozi, e lo spettacolo con degustazione di prodotti tipici è evitabile! Se volete visitare il sito archeologico, prendete un taxi al porto che vi accompagnerà per una decina di euro, e pagate l’ingresso al sito. Terminata la visita fatevi riaccompagnare a Katakolon e fate una passeggiata in paese, cogliendo l’occasione per acquistare qualche souvenir. Se nell’animo non vi sentite Indiana Jones, e il clima lo consente, andate al mare!
  • Izmir – La sosta è di 6 ore, ma le escursioni proposte sono piuttosto lontane e impegnative. La curiosità dovrebbe spingervi ad Efeso, la pigrizia a Çesme. Entrambe ad 1,5 ore circa di autobus da Izmir. Escluso il trasferimento, il tempo che rimane poi a vostra disposizione è poco. Sarete quindi impegnati in un tour de force! Ma il giorno seguente Istanbul sarà impegnativa, e quindi perché non approfittare per visitare con calma la città di Izmir? MSC propone anche il tour “Izmir tra mare e terra“, dove una guida vi condurrà a piedi fino all’imbarco del battello direzione Karsiyaka, vi racconterà qualche curiosità sulla città di Izmir e, raggiunto il quartiere, vi lascerà liberi di curiosare e fare un po’ di shopping. Dopo un paio d’ore vi riaccompagnerà con il battello fino in porto e sarà terminata l’escursione. Un po’ pochino, non credete? Organizzatevi con il fai-da-te! Appena arrivati a Izmir procuratevi un po’ di Lire Turche, che vi torneranno utili in questi due giorni in Turchia. Dovessero avanzarvi, potrete sempre riconvertirle in euro il giorno seguente prima di ripartire da Istanbul.
  • Istanbul – Forse non basterebbe una settimana per visitarla con cura, ma noi cercheremo di ottimizzare al massimo le 9 ore che ci sono state concesse. Per visitare la città di Istanbul ci siamo appoggiati al Tour operator Scoprire Istanbul. Con 65€ a persona abbiamo potuto visitare il Palazzo Topkapi, l’ippodromo, la Moschea Blu, la Basilica di Santa Sofia, la Basilica Cisterna (Biglietto non incluso) ed un mini-tour al Gran Bazar. Il prezzo era comprensivo dei biglietti di ingresso (esclusa la Basilica Cisterna) e dei trasferimenti in tram. Il gruppo era formato da una quindicina di persone ed era facilmente gestibile. I mini gruppi ti consentono di confrontarti facilmente con la guida, che era molto preparata, gentile e disponibile. MSC propone diversi tour su Istanbul, anche meno impegnativi, come la crociera sul Bosforo o le visite più orientate allo shopping. Ma se visiterete la città per la prima volta, queste tappe sono obbligatorie. Il tour privato è la soluzione meno caotica che vi permetterà di scoprire meglio il fascino di Istanbul.
  • Dubrovnik – Anche qui il “fai da te” sarebbe la soluzione ideale, se non fosse che… potreste perdere un sacco di tempo a caccia di un taxi, e probabilmente anche la nave! Il porto è piuttosto distante dalla città vecchia, dovrete quindi prendere un taxi che per soli 10€ vi condurrà alle mura. Ma il porto di Dubrovnik è piuttosto trafficato, e probabilmente la vostra non sarà l’unica nave da crociera… quindi, scesi dalla nave, dovrete mettervi pazientemente in coda in attesa di un taxi, perché sulla strada i taxisti tendono a non fermarsi. Sarà ancora peggio al ritorno, dove la coda sarà interminabile ed il tempo potrebbe essere insufficiente. Se non siete interessati ai tour proposti da MSC, acquistate semplicemente il servizio navetta con bus. Costerà un po’ più del taxi, ma almeno ottimizzerete i tempi e non correrete rischi!
    Il tour sulle mura offre scorci mozzafiato, ma è anche piuttosto faticoso. La città vecchia è stupenda, ed è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Perdetevi nel borgo, visitate le botteghe degli artigiani e acquistate qualche immancabile souvenir. Ci sono anche un sacco di ristorantini, ma non è il punto forte della città.

CHECK-OUT

Il giorno dello sbarco è piuttosto traumatico. Un po’ perché dovrete lasciare la cabina molto presto e un po’ perché ormai avevate preso confidenza con la nave, e vi sembrava di essere a casa. All’occorrenza il vostro butler potrà aiutarvi nella preparazione dei bagagli. Vi consigliamo di chiedere il conto la sera prima del check-out, in modo da controllare, ed eventualmente contestare, con calma. Il giorno dello sbarco non vi rimarrà che autorizzare l’addebito sulla carta di credito. Gli ospiti Yacht Club saranno anche i primi a sbarcare e, incredibilmente, i vostri bagagli vi aspetteranno con un tempismo perfetto nella stazione marittima.

CONCLUSIONI

Nel complesso l’esperienza Yach Club è stata molto positiva e confortevole. Un modo completamente diverso di vivere la crociera.
È consigliabile per chi vuole vivere l’esperienza della crociera visitando ogni giorno nuove mete, ma non ama il caos, e vuole ritagliarsi il suo spazio con tutti i comfort annessi. Bisogna dire però che le cabine sono piuttosto sacrificate e ci sono disponibili solo poche Family e Royal Suite di maggiori dimensioni. Anche la ristorazione non era all’altezza delle aspettative.
Se vi riconoscete in questa tipologia di ospiti, evitate allora il mese di Agosto e le crociere nel mediterraneo, e migliorerà decisamente la qualità della vostra vacanza!
Una menzione speciale invece a tutto il personale, che fa l’impossibile affinché tutto sia perfetto e la vostra vacanza indimenticabile. Ma un ringraziamento speciale va al nostro butler Jeannot che è stato veramente impeccabile!

Credits: MSC Crociere, Christian Maran

  • Comfort navigazione
  • Ambiente
  • Attività sportive
  • Comfort cabine
  • Ristorazione
  • Pulizia
  • Personale
  • Escursioni
  • Yacht Club
3.4

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: